La guida sui Mutui a Tasso fisso

La guida sui Mutui a Tasso fisso

Quando si prende la decisione di sottoscrivere un mutuo prima casa, è importante valutare diversi fattori al fine di optare per la soluzione più conveniente. Oltre all’importo della rata del finanziamento, un altro elemento da prendere in considerazione è rappresentato dai tassi di interesse dei mutui. Come dicevamo, capire quale tasso di interesse (fisso, variabile o misto) sia più in linea con le tue esigenze è di fondamentale importanza per riuscire a risparmiare sul finanziamento. In termini economici, i tassi di interesse indicano infatti il costo del capitale concesso in prestito dalla banca. Il mutuatario dovrà restituire all’istituto creditizio la… CONTINUA A LEGGERE

La guida definitiva del Mutuo Ipotecario

La guida definitiva del Mutuo Ipotecario

Quando si parla di mutuo, si parla nella maggior parte dei casi di “mutuo ipotecario”. Come è agevolmente intuibile si tratta di un prestito garantito da un’ipoteca ed è disciplinato dall’articolo 1.813 del Codice Civile. L’ipoteca è una garanzia che tutela il creditore (la banca) in caso di mancato pagamento da parte del debitore (mutuatario). È questo il motivo principale per cui i tassi applicati sui mutui sono molto più bassi rispetto ai tassi praticati su un prestito personale o un qualsiasi finanziamento che rientra nel credito al consumo (prestiti finalizzati, cessione del quinto dello stipendio/pensione, carte revolving, ecc.). Nell’universo… CONTINUA A LEGGERE

Sei in difficoltà con il pagamento delle rate? Scopri cosa fare

Sei in difficoltà con il pagamento delle rate? Scopri cosa fare

Può capitare di essere in difficoltà con il pagamento delle rate. In questo caso alcune categorie di mutuatari possono ricorrere a un piano di aiuti, frutto di un accordo in essere tra il ministero delle Finanze e l’Associazione bancaria italiana, che con la collaborazione delle principali associazioni dei consumatori hanno messo in piedi tre forme di sostegno. Il primo è il “Fondo di solidarietà per l’acquisto della prima casa”. Possono accedervi i mutuatari con un reddito ISEE (ricavato sommando ai redditi il 20% dei patrimoni mobiliari e immobiliari dei componenti del nucleo famigliare) non superiore a 30mila euro, un mutuo… CONTINUA A LEGGERE

La migliore guida sul Mutuo a Tasso variabile

La migliore guida sul Mutuo a Tasso variabile

I mutui a tasso variabile sono sempre più in voga tra gli italiani. Come si capisce dalla definizione, in questa tipologia di contratti il tasso può cambiare e di conseguenza può cambiare anche la rata da pagare.Per questo motivo molti mutuatari preferiscono il mutuo a tasso fisso che offre invece la stabilità e la sicurezza di una rata fissa. A dispetto di questo pregiudizio di fondo a vantaggio del tasso fisso, va detto che negli ultimi 30 anni il tasso variabile è sempre risultato inferiore nel confronto con il tasso fisso. Vale a dire: chi ha scelto il tasso variabile… CONTINUA A LEGGERE

La guida sui Mutui a Tasso Variabile

La guida sui Mutui a Tasso Variabile

Il mutuo tasso variabile è il finanziamento il cui tasso di interesse varia in base ad un indice di riferimento, l’Euribor o il tasso stabilito dalla Banca Centrale Europea (o MRO). L’importo della rata dei mutui tasso variabile si modifica periodicamente seguendo l’andamento del mercato: se il tasso di riferimento sale, la rata aumenta, se l’indice scende anche il costo del mutuo diminuisce. All’Euribor (o all’MRO) va poi sommato lo spread, ovvero il sovrapprezzo applicato dalla banca sul tasso di riferimento. In questo modo si ricava il Tan (tasso annuo nominale) a partire dal quale verrà sviluppato il piano di… CONTINUA A LEGGERE