Come ridurre i costi con la Surroga del Mutuo

Dopo aver acceso un mutuo, col passare del tempo potrebbe capitarti di non essere più soddisfatto delle condizioni presenti nel contratto, magari perché non risultano più convenienti come in passato. In questi casi è possibile ricorrere alla cosiddetta surroga del mutuo, spesso indicata anche come portabilità del mutuo e disponibile anche online.

Questa offre la possibilità di trasferire il finanziamento in corso presso un altro istituto di credito a condizioni più vantaggiose. Di conseguenza, se ti trovi in questa situazione e sei in procinto di richiedere la portabilità presso una nuova banca, in questa guida ti forniremo tutte le informazioni riguardo al funzionamento e ai costi della surroga del mutuo online e offline, così da aiutarti a capire quando conviene e come trovare le migliori offerte al riguardo.

Inoltre ci concentreremo anche su una tipologia particolarmente richiesta al giorno d’oggi, ovvero quella della surroga del mutuo prima casa.

Come funziona la surroga mutuo?

Vediamo di capire subito che cos’è la surroga del mutuo. Innanzitutto, quando si fa riferimento a questo termine si intende quel procedimento che permette di trasferire un finanziamento in essere presso un’altra banca, ottenendo così un nuovo mutuo con il vantaggio di:

  • mantenere l’ipoteca del vecchio mutuo;
  • rinegoziare le condizioni del finanziamento: rata del mutuo, tassi di interesse (TAN e TAEG) e spread.

La portabilità ti permetterà quindi di alleggerire l’importo mensile da rimborsare, modificare la durata del piano di ammortamento e richiedere un tasso di interesse differente (TAN e TAEG) da quello in essere. Se, ad esempio, avevi acceso un mutuo a tasso variabile, potrai optare per uno a tasso fisso o misto, e viceversa. Modificare la commissione che la banca applica al finanziamento (spread) ti permetterà quindi di sfruttare le condizioni più favorevoli del mercato finanziario.

L’unico limite previsto da questa operazione è rappresentato dal fatto che l’importo del nuovo mutuo dovrà essere pari a quello del capitale residuo ancora da rimborsare. Qualora tu voglia ottenere una liquidità extra, potrai invece richiedere la cosiddetta sostituzione del mutuo che prevede però spese legali, di istruttoria e di perizia a carico del mutuatario, come vedremo più nel dettaglio nel paragrafo Differenza tra sostituzione e surroga del mutuo.

Quali sono i costi della surroga del mutuo

Se ti stai chiedendo quali sono i costi della portabilità del mutuo online o offline, sarai felice di sapere che si tratta di un’operazione che non comporta alcuna spesa per il mutuatario, come previsto dalla Legge n°40 del 2 Aprile 2007 (Decreto Bersani).

Grazie a questa legge, i costi notarili della surroga mutuo, così come le spese di istruttoria della pratica e quelle per la perizia dell’immobile, saranno infatti a carico della banca che subentra con il nuovo contratto. Potrai inoltre traslocare anche i costi dell’assicurazione del mutuo o, in alternativa, chiederne il rimborso e stipularne una nuova presso il secondo istituto di credito.

La differenza tra sostituzione e surroga del mutuo

Come appena scritto, il cambio mutuo non prevede spese a carico dell’intestatario. Ragion per cui è importante non confondere la surroga del mutuo con la sostituzione del mutuo. Quest’ultima permette infatti di chiedere alla nuova banca un secondo mutuo attraverso il quale estinguere il vecchio finanziamento.

Proprio perché prevede l’accensione di un nuovo finanziamento, optando per la sostituzione, sarà necessario farsi carico di tutte quelle spese legate all’apertura della nuova pratica contrattuale. Pensiamo ad esempio alle spese notarili per la cancellazione della precedente ipoteca, all’iscrizione della nuova ipoteca o ai costi connessi all’accensione del nuovo mutuo (istruttoria, costi di perizia).

Di conseguenza, mentre per la sostituzione del mutuo le spese sono a carico dell’intestatario del finanziamento, la surroga mutuo mantiene in essere l’ipoteca iscritta con la banca precedente e delega al nuovo istituto di credito tutti gli altri costi, come previsto dalla Legge Bersani (Legge n. 40/2007).

Come richiedere il trasferimento del mutuo?

Se ti stai chiedendo come effettuare la portabilità del mutuo, qui di seguito di illustreremo quali sono le procedure da seguire e a quali condizioni è possibile ottenere la surroga mutuo. Innanzitutto, se ti stai domandando chi può richiedere la surroga del mutuo la risposta è: tutti coloro che hanno un finanziamento in essere e desiderano trasferirlo presso una banca più conveniente.

Nello specifico, per avviare la procedura di surrogazione mutuo, la prima cosa da fare è quella di comunicare la propria decisione alla nuova banca. Sarà poi quest’ultima a prendere accordi con il precedente istituto di credito per provvedere all’avvio delle operazioni di trasferimento del finanziamento.

A questo proposito è bene sapere che, mentre la vecchia banca è obbligata ad accettare la richiesta di surroga da parte del cliente, gli istituti di credito che dovrebbero subentrare non hanno alcun obbligo di accettare la tua richiesta. Ogni banca valuta caso per caso la possibilità di concedere o meno la portabilità del mutuo. Alcune banche potrebbero proporre in alternativa la sostituzione del mutuo. Una soluzione che, come abbiamo illustrato poc’anzi, prevede una vera e propria estinzione del finanziamento precedente e la stipula di un nuovo mutuo.

Prima di procedere con una richiesta di trasferimento del mutuo, ti ricordiamo di valutare sempre con cura i vantaggi del nuovo finanziamento, confrontando le proposte presenti sul mercato e richiedendo diversi preventivi per surroga del mutuo, così da selezionare quello più adatto alle tue esigenze.

Come funziona la portabilità del mutuo online?

Fatta chiarezza sulle procedure da seguire per ottenere il cambio mutuo, e una volta individuato il prodotto creditizio più adatto alle tue esigenze, potrai richiedere la portabilità del mutuo presso una delle filiali della banca da te selezionata oppure potrai optare per una surroga del mutuo online.

Sempre più numerosi sono infatti gli istituti di credito che ti permettono non solo di sottoscrivere e gestire il mutuo online ma anche di richiedere via web la surroga del mutuo. Il procedimento per richiederla rimane lo stesso di una classica portabilità con la differenza che la prima può essere richiesta, sottoscritta e gestita esclusivamente dal portale web dell’istituto di credito.

Proprio per via della loro natura digitale, le banche online hanno meno costi di gestione legati al mantenimento delle filiali fisiche e spese inferiori di intermediazione bancaria. Di conseguenza, questo permette loro di offrirti condizioni e tassi di interesse spesso più vantaggiosi di quelli offerti dai più classici istituti di credito offline.

Il mutuo surroga per la prima casa

Fra i diversi finanziamenti per cui è possibile richiedere la portabilità, particolarmente richieste risultano essere le surroghe mutuo prima casa, ovvero dei particolari investimenti che permettono di ottenere maggiore liquidità per acquistare o ristrutturare la tua abitazione da adibire ad abitazione principale.

Proprio perché i mutui sono prodotti che generalmente hanno tempi di restituzione piuttosto lunghi (anche 30 anni), capita spesso che le condizioni del finanziamento, con il trascorrere del tempo, non siano più convenienti come in fase di stipulazione del contratto.

Se hai un finanziamento in essere, optare per la portabilità ti permetterà di accedere a condizioni e tassi di interesse più vantaggiosi e al passo con il mercato finanziario attuale. Proprio perché sempre di portabilità si tratta, anche le surroghe mutui per acquistare/ristrutturare la casa principale non prevedono né spese di trasferimento né costi accessori.

Scopri come si confronta i mutui surroga online

Qualora fossi interessato a richiedere il trasferimento del tuo mutuo presso un istituto di credito, una buona soluzione per individuare la soluzione più conveniente è quella di richiedere un preventivo surroga mutuo via web.

Per farlo, potrai ad esempio servirti di uno dei numerosi portali di comparazione online disponibili in internet. Stiamo parlando di siti di confronto che ti permettono di richiedere in pochi click più preventivi mutui surroga online contemporaneamente. Una volta scelta la piattaforma trova-prezzi, sarà necessario compilare un form online specificando:

  • importo del mutuo in corso
  • durata del finanziamento
  • tasso di interesse del mutuo (fisso, variabile o misto)
  • valore dell’immobile
  • età e reddito netto dell’intestatario del finanziamento
  • finalità del mutuo, in questo caso la surroga
  • nome e cognome, posta elettronica e numero di cellulare

Fatto questo in pochi secondi il metamotore del portale di comparazione sarà in grado di confrontare le principali offerte mutui surroga più in linea con le informazioni che hai inserito del form.

Di ciascun prodotto creditizio potrai verificarne i tassi di interessi, l’importo rata e gli eventuali sconti e promozioni in corso. Qualora desiderassi maggiori informazioni riguardo alla fattibilità dei finanziamenti potrai inoltre richiedere l’assistenza di un consulente via telefono.

Quando conviene la portabilità del mutuo?

Infine, vorremmo portare la tua attenzione su un ultimo aspetto, ovvero quando conviene il trasferimento del mutuo. Poniamo che tu voglia, ad esempio, richiedere la portabilità del mutuo prima casa.

A questo proposito è importante chiedersi se sia effettivamente sempre vantaggioso richiedere il mutuo con surroga. La risposta dipende essenzialmente da quanto tempo fa hai acceso il tuo finanziamento. Questo perché nella maggior parte dei casi le banche prevedono un piano di ammortamento alla francese, caratterizzato nei primi anni da una restituzione maggiore della quota di interessi mentre successivamente diventa preponderante il risarcimento della quota capitale.

Di conseguenza, se intendi surrogare il mutuo poiché desideri modificare il tipo di tasso, questa operazione converrà maggiormente se hai acceso il finanziamento da pochi anni e hai ancora da pagare buona parte della quota di interessi. Per contro, si tratta invece di un’operazione che perde di significato se sei alla fine del piano di ammortamento e ti rimane da restituire alla banca principalmente la quota capitale.

I mutui con surroga sono sempre una buona soluzione se invece hai la necessità di ridurre l’importo della rata del tuo finanziamento. Sia che tu abbia appena acceso il finanziamento sia che tu ti stia avviando verso la conclusione del contratto, alleggerire la quota di rimborso mensile rappresenta infatti un buon metodo per continuare a rimanere in pari con il pagamento delle rate e per non rischiare quindi di non essere più in grado di far fronte all’estinzione del debito.

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi