La Polizza di Responsabilità Civile Professionale

La polizza di Responsabilità Civile Professionale è un’assicurazione che protegge il patrimonio del professionista dai rischi professionali connessi al normale svolgimento della propria attività. Dietro pagamento di un premio annuo, la compagnia assicurativa garantisce il professionista dalle richieste di risarcimento presentate da terze parti danneggiate dall’operato dell’assicurato per errori, negligenze od omissioni durante l’esercizio della professione.

Oltre ad essere obbligatorio per legge dal 13 agosto 2013 per tutte le professioni ordinistiche, assicurare la propria attività conviene: grazie alla copertura garantita da una polizza di Responsabilità Civile Professionale su misura per la tua attività, puoi operare le scelte necessarie per lo svolgimento della tua professione in totale libertà e sicurezza.

La polizza di Responsabilità Civile Professionale è obbligatoria?

Così come previsto dalla legge n.148/2011 il professionista è tenuto a stipulare idonea assicurazione per i rischi derivanti dall’esercizio dell’attività professionale. La polizza è obbligatoria per tutti i professionisti iscritti ad un Albo, ad eccezione dei Medici della Pubblica Sanità e dei Giornalisti. Ecco una lista delle professioni pe le quali è obbligatoria: avvocato, commercialista, amministratore di condominio, consulente del lavoro, revisore legale, ingegnere, architetto, geometra, perito, agente di commercio, agente immobiliare, agente in attività finanziaria e mediatore creditizio.

Cosa funziona la RC Professionale Commercialisti?

Dal 13 agosto 2013 per i commercialisti iscritti all’Albo entra in vigore l’obbligo di stipulare una polizza assicurativa per la copertura della Responsabilità Civile Professionale, secondo il D.P.R. 137/2012 del 7 agosto 2012.

La polizza commercialisti può essere stipulata sia dal singolo libero professionista, sia a nome dello Studio Associato, dell’Associazione Professionale o della Società: in quest’ultimo caso, l’assicurazione per commercialista copre i partner, i collaboratori e tutti i soci solo per l’attività svolta in nome e per conto dello Studio Associato, dell’Associazione Professionale o della Società.

Gli errori commessi nello svolgimento della professione potrebbero causare richieste di risarcimento da parte di terzi nei confronti dell’assicurato. La polizza di Responsabilità Civile Professionale tutela il commercialista in tutte le attività coperte dall’assicurazione e rimborsa le spese sostenute per eventuali provvedimenti giudiziali o di difesa dell’assicurato.

I principali inadempimenti all’origine di una richiesta di risarcimento sono:

  • Mancata verifica di un invio telematico dei dati da parte di un collaboratore.
  • Versamento tardivo dei contributi di un cliente.
  • Errori nella dichiarazione dei redditi di un cliente.

La polizza di Responsabilità Civile Professionale avvocati copre solo le richieste di risarcimento avanzate contro l’assicurato durante il periodo di validità della polizza, anche se l’errore che l’ha generata è stato commesso prima della stipula dell’assicurazione, purché entro il periodo di retroattività. Se la polizza non viene rinnovata alla scadenza, le richieste di risarcimento non potranno più essere inoltrate all’assicurazione.

In assenza di circostanze note o sinistri negli ultimi 5 anni, nel premio base è inclusa una retroattività illimitata.

Cosa funziona la RC Professionale Geometri?

Il D.P.R. 137/2012 del 7 agosto 2012 introduce l’obbligo per i Geometri iscritti all’Albo della professione di stipulare un’assicurazione geometra per la Responsabilità Civile Professionale: le nuove disposizioni di legge hanno validità dal 13 agosto 2013. Viene applicato in caso di:

  • Singolo libero professionista
  • Associazione Professionale, Studio Associato, Società. Sono coperti dall’ assicurazione i partners, i soci e i collaboratori per l’attività svolta per conto e nel nome dell’Associazione Professionale o dello Studio Associato o della Società.

La RC Professionale protegge il geometra assicurato dalle richieste di risarcimento avanzate da terzi durante il periodo di validità della polizza, in conseguenza di atti illeciti verificatisi durante lo svolgimento delle attività per le quali viene espressamente prestata copertura assicurativa. Sono coperti anche i costi e le spese sostenuti per il rimborso di un provvedimento giudiziale o per l’attività di difesa dell’assicurato.

I principali errori commessi dai professionisti che svolgono l’attività di geometra o di geometra laureato che potrebbero passibili di risarcimento sono:

  • Verifica incompleta di situazioni catastali causate da mancati aggiornamenti.
  • Presunta mancata valutazione del rispetto delle distanze tra fabbricati.
  • valutazione immobiliare non perfettamente aderente al valore economico successivamente erogato.

Cosa funziona la RC Professionale Architetti?

Dal 13 agosto 2013 gli Architetti iscritti all’Albo della professione sono tenuti a sottoscrivere una polizza di Responsabilità Civile Professionale: l’obbligo è stato introdotto con il D.P.R. 137/2012 del 7 agosto 2012. Viene applicata in caso di:

  • Singolo libero professionista
  • Studi Associati. Sono considerati assicurati i soci e i collaboratori per l’attività svolta per conto e nel nome dello Studio Associato.

L’assicurazione professionale tutela l’architetto assicurato dalle richieste di risarcimento generate da errori professionali. Tutte le perdite connesse a tale richiesta, comprese le spese legali, sono coperte dall’assicurazione obbligatoria per architetti. Gli errori che vengono commessi più comunemente dagli architetti sono:

  • Errori in fase di progettazione, ad esempio nel calcolo dell’altezza di un pilastro.
  • Presunte mancanze nell’attività di direzione lavori.
  • Responsabilità riguardante l’osservanza delle disposizioni sulla sicurezza dei luoghi di lavoro.

Come funziona la RC Professionale Avvocati?

In conseguenza ad un decreto attuativo del D.P.R. 137/2012 del 7 agosto 2012 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 238 del 11/10/2016, la polizza di responsabilità civile Professionale per tutti gli iscritti all’Ordine degli Avvocati è diventata obbligatoria. Il decreto entrerà in vigore a 365 giorni dalla data di pubblicazione dello stesso, ogni avvocato iscritto all’albo quindi avrà come termine ultimo di sottoscrizione della polizza il 12 ottobre del 2017.

Viene applicata sia quando l’avvocato esercita l’attività come libero professionista, sia in caso di Associazione Professionale, Studio Associato, Società. In quest’ultimo caso sono assicurati i partners, i professionisti associati, tutti i soci e i collaboratori esclusivamente per l’attività svolta per conto e nel nome dell’Associazione Professionale o dello Studio Associato o della Società.

La polizza avvocati protegge l’assicurato dalle richieste di risarcimento avanzate da terzi durante il periodo di validità della polizza, in conseguenza di atti illeciti verificatisi durante lo svolgimento delle attività per le quali viene espressamente prestata copertura assicurativa. Sono coperti dall’assicurazione avvocati anche i costi e le spese sostenuti per il rimborso di un provvedimento giudiziale o per l’attività di difesa dell’assicurato.

Le richieste di risarcimento vengono avanzate principalmente per gli inadempimenti formali come:

  • Ritardato od omesso deposito di atti
  • Perdita o distruzione colposa di documenti
  • Nullità degli atti processuali

Come funziona la RC Professionale Ingegneri?

Il D.P.R. 137/2012 del 7 agosto 2012 introduce l’obbligo di stipulare una polizza a copertura della Responsabilità Civile Professionale per tutti gli Ingegneri regolarmente iscritti all’Ordine degli Ingegneri: la nuova normativa è in vigore dal 13 agosto 2013.

L’assicurazione professionale ingegnere copre il singolo libero professionista e in caso di Studio Associato copre i collaboratori, partners, e i soci esclusivamente per l’attività svolta per conto dello Studio Associato.

La polizza professionale ingegneri tutela l’assicurato dagli errori o dalle negligenze commessi durante lo svolgimento della sua attività lavorativa. Il professionista verrà infatti rimborsato per le perdite generate da richieste di risarcimento avanzate da terzi, e per tutte le spese legali eventualmente sostenute.

Gli errori più comuni commessi dagli ingegneri sul lavoro sono:

  • Calcolo errato dell’altezza dei pilastri di un edificio industriale.
  • Presunte mancanze ascrivibili all’attività di direzione lavori.
  • Responsabilità in merito all’osservanza delle disposizioni sulla sicurezza dei luoghi di lavoro.

Come funziona la RC Professionale Medici?

Dal 15 agosto 2014 i Medici iscritti all’Albo della professione sono tenuti a sottoscrivere un’assicurazione medico di Responsabilità Civile Professionale: l’obbligo è stato introdotto con il D.P.R. 137/2012 del 7 agosto 2012 e successivamente modificato con il D.L. 69 del 21 giugno 2013. Viene applicata per:

  • Il medico che esercita la professione in qualità di libero professionista indipendente, sia per l’attività extra moenia che intra moenia;
  • Il medico che esercita la professione in qualità di dipendente, consulente o collaboratore di strutture ospedaliere pubbliche o private, di cliniche o di qualsiasi altro istituto autorizzato alla prestazione di servizi sanitari o di supporto agli stessi.

La Polizza Medici protegge l’assicurato dalle richieste di risarcimento avanzate da terzi durante il periodo di validità della polizza, in conseguenza di errori professionali commessi durante lo svolgimento dell’attività lavorativa. In caso di sinistro, le spese legali di assistenza e di difesa dell’assicurato sono coperte dall’assicurazione per medico entro il limite del 25% del massimale scelto.

L’assicurazione RC professionale medici è assoggettata al regime “Claims Made”, tradotto in italiano “a richiesta fatta”, che garantisce all’assicurato che il sinistro venga attivato nel momento della richiesta. Le polizze con questo tipo di regime rendono indenne l’assicurato da richieste di risarcimento ricevute e denunciate durante il periodo di copertura dell’assicurazione anche per fatti colposi, errori od omissioni accaduti entro il periodo di retroattività stabilito in fase di stipula della polizza professionale.

L’assicurato è tutelato anche nel caso in cui la struttura, la clinica o l’istituto a cui presta la propria opera si rivalga contro di lui ritenendolo personalmente responsabile di danni arrecati a terzi.

Come la maggior parte delle polizze professionali di responsabilità civile questa assicurazione è a copertura “All Risk”, per cui tutela l’assicurato da tutti i rischi potenziali della professione medica tranne quelli espressamente menzionati nel contratto di stipula al paragrafo “Esclusioni”.

Di seguito troviamo alcuni esempi di errori o negligenze che i medici potrebbero commettere:

  • Scorretta o non tempestiva diagnosi della patologia del paziente.
  • Errori di compilazione della cartella clinica.
  • Mancato riconoscimento di un’emergenza chirurgica.
  • Errori nella prescrizione della terapia.
  • Errori durante attività chirurgiche invasive.
Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi