L’assicurazione Auto, Moto e Autocarro obbligatoria

L’assicurazione Auto obbligatoria

L’RC Auto è il contratto assicurativo con cui la compagnia di assicurazione si assume la copertura dei danni materiali o fisici causati a terzi, avvenuti mentre si è alla guida della propria automobile. In Italia per poter circolare regolarmente con il proprio veicolo è necessaria la sottoscrizione di una polizza auto: stipulare l’assicurazione auto, o più correttamente Responsabilità Civile Autoveicoli, è obbligatorio per legge, ai sensi degli articoli 122 e seguenti del Codice delle Assicurazioni. Ha solitamente durata di 12 mesi, al termine dei quali è obbligatorio il rinnovo.

La copertura base della polizza auto garantisce la tutela economica contro gli eventuali rischi legati alla guida di un veicolo su strada: a fronte del pagamento del premio annuale da parte dell’assicurato, infatti, la compagnia assicurativa è vincolata a rimborsare le spese legate ai danni fisici causati a terze parti, nonché coloro presenti nel veicolo dell’assicurato al momento dell’incidente. La RC auto non copre però i danni causati al conducente della vettura.

È possibile personalizzare la propria copertura con delle polizze facoltative, che hanno lo scopo di tutelare maggiormente coloro che vengono coinvolti in un incidente stradale. Le garanzie accessorie, infatti, innalzano notevolmente il livello di protezione e includono: Furto, Incendio, Kasko (che copre i danni causati dal proprietario al suo stesso veicolo), tutela da eventi naturali e atmosferici, Cristalli (che copre la riparazione e/o sostituzione dei vetri), Tutela legale, Infortuni al conducente e Assistenza stradale (nel caso in cui l’auto resti ferma per strada).

Prima di cambiare l’assicurazione auto, o meglio la compagnia assicurativa con la quale sottoscrivere il contratto di RCA, è necessario prendere in considerazione: l’importo del premio annuale, i massimali entro i quali l’assicurazione è vincolata a risarcire i danni, le franchigie e le eventuali clausole di esclusione, ovvero l’elenco delle casistiche per le quali l’assicurazione non è tenuta a garantire un rimborso dei danni.

Il tacito rinnovo è la proroga automatica del contratto assicurativo per l’anno successivo ed è stato abolito dal 1 gennaio 2013 con il Decreto Sviluppo Bis, rendendo più semplice il passaggio ad una compagnia assicurativa diversa. Oltre a favorire maggiore concorrenza all’interno del mercato assicurativo, l’abolizione del tacito rinnovo costituisce un enorme vantaggio anche e soprattutto per gli assicurati. Alla scadenza annuale della polizza auto, infatti, se si decide di cambiare assicuratore, non è più necessario comunicarlo con anticipo alla propria compagnia di riferimento né occorre fornire la disdetta: è sufficiente pagare il premio al nuovo assicuratore entro la decorrenza della polizza.

L’assicurazione Moto obbligatoria

La cosiddetta RC Moto, ossia la Polizza di Assicurazione Responsabilità Civile Moto, è la copertura assicurativa per i veicoli a due ruote che circolano o sostano in Italia. Resa obbligatoria dalla Legge n. 990 del 196, può avere una durata che va da sei mesi ad un anno. Quando si stipula una polizza moto, questa include sempre la Responsabilità civile che costituisce la copertura di base obbligatoria.

La RC moto rimborsa i danni fisici e materiali che conseguono un sinistro, fino ad un massimale concordato in fase di sottoscrizione della polizza, che costituisce l’importo massimo che l’assicurazione risarcisce ai terzi danneggiati. L’RC copre però solo danni verso terzi, quindi per ricevere un supporto economico in caso di danni al conducente, è necessario richiedere la garanzia accessoria “Infortuni del conducente” che copre i danni alla persona che è alla guida del mezzo responsabile del sinistro. Fra le garanzie accessorie è possibile anche aggiungere l’assistenza stradale, per poter contare su un rapido intervento in caso di sinistro, guasto o foratura di uno pneumatico.

La polizza moto sospendibile ti permette di sospendere temporaneamente la copertura assicurativa, dandoti la possibilità di diluire nel tempo la spesa. La moto, infatti, è un mezzo di trasporto particolarmente apprezzato durante la bella stagione e, a volte, risulta una spesa troppo onerosa per essere legata prevalentemente ad un solo periodo dell’anno e ai capricci del meteo. Molti sono i centauri più “stagionali”, che utilizzano le due ruote al massimo 6-8 mesi all’anno, che preferiscono scegliere una polizza sospendibile.

L’assicurazione Autocarro obbligatoria

I proprietari di un autocarro o di veicoli simili quali furgoni, van, camper e automezzi ad uso professionale, possono trovare una soluzione assicurativa personalizzata e conveniente grazie al servizio di comparazione delle polizze autocarro offerto dai diversi siti di comparazione online.

L’assicurazione autocarro è obbligatoria, soprattutto considerando il fatto che il materiale trasportato possa essere pericoloso: a differenza dell’RC auto, però, le classi assicurative per questo tipo di polizza non si basano sulla cilindrata del mezzo, bensì sulla portata dello stesso. La polizza per autocarri è infatti specifica per veicoli con una portata maggiore rispetto alla norma e permette di ottenere notevoli agevolazioni fiscali. Esattamente come per le assicurazioni auto e le polizze moto, comparare le offerte delle migliori compagnie assicurative sui siti di comparazione è semplice e veloce: baste scegliere le coperture di cui si ha bisogno e confrontare i preventivi per trovare la polizza più vantaggiosa ed adatta alle proprie esigenze.

Il calcolo del premio assicurativo avviene in maniera differente rispetto a quello di una comune RC auto: ai fini del calcolo della tariffa, è fondamentale prendere in considerazione la portata del veicolo e non la cilindrata, come avviene invece per le automobili. In aggiunta alla polizza base, che garantisce protezione sia al mezzo che al conducente, e per aumentare la tutela garantita dalla stessa, alcune compagnie assicurative danno anche la possibilità di includere una clausola per i danni provocati nel carico e scarico delle merci, così come per quelli provocati a terzi in fase di circolazione.

Taggato , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi