Come trovare la Carta di credito migliore

Per richiedere una carta di credito è necessario essere maggiorenni (solo le carte prepagate possono essere intestate a un minorenne, a patto che un maggiorenne faccia da garante). Alcune carte di credito sono concesse soltanto ai titolari di un conto corrente bancario o postale dell’istituto emittente. La richiesta si può effettuare in banca oppure on line. In filiale basta compilare un modulo e consegnarlo agli sportelli insieme ai documenti richiesti dalla banca: carta d’identità, documentazione relativa al reddito, codice fiscale. On line, sul sito dell’istituto emittente, è possibile compilare un modulo per farsi inviare via posta tutta la documentazione necessaria… CONTINUA A LEGGERE

Le conseguenze per chi circola con l’assicurazione Auto scaduta

Guidare con l’assicurazione auto scaduta è un’infrazione al Codice della Strada. La Legge prevede che, per poter circolare liberamente o sostare su suolo pubblico, un veicolo debba obbligatoriamente essere coperto dalla polizza Responsabilità Civile Autoveicoli. In caso di sinistro stradale con colpa, è proprio questa garanzia ad assicurare alla controparte il risarcimento dovuto. Attualmente in Italia vi sono quasi 4 milioni di auto senza assicurazione. La maggior parte sono automobilisti disonesti, ma in una piccola percentuale di casi si tratta di semplice dimenticanza. Circolare con l’assicurazione scaduta può capitare, magari perché ci si è semplicemente dimenticati di rinnovarla. Tuttavia, trascorse… CONTINUA A LEGGERE

Come calcolare gli interessi del mutuo in modo semplice

Gli interessi sul mutuo rappresentano il costo del denaro, e sono il compenso che il mutuatario deve corrispondere alla banca per la concessione di un prestito di capitale, in misura percentuale e con riferimento all’anno in corso. Per determinare il tasso degli interessi mutuo, gli istituti bancari fanno riferimento ad alcuni indici standard: l’Euribor (o il tasso Bce) per i mutui a tasso variabile, l’Eurirs per i mutui a tasso fisso. A questi si somma l’interesse differenziale – “spread” – applicato dalla banca, che in media oscilla tra l’1% e il 3%. Lo spread rappresenta la maggiorazione, il ricavo che… CONTINUA A LEGGERE